Il concetto di corrispondenza è correlato alla contabilità di cassa o alla contabilità per competenza di un'attività?

Il concetto di corrispondenza, o principio di corrispondenza, è un elemento fondamentale della contabilità per competenza. Nella contabilità per competenza, una società registra le entrate nei suoi libri non appena ha fatto tutto il necessario per guadagnare tali entrate, indipendentemente da quando i soldi entrano effettivamente. Il principio di corrispondenza richiede quindi che tutte le spese necessarie per generare tali entrate siano registrate allo stesso tempo come entrate.

Contanti vs. Accantonamento

La differenza tra contante e contabilità per competenza si riduce a "riconoscimento dei ricavi" o quando la tua azienda registra entrate. Nella contabilità di cassa, si riconoscono le entrate quando si riceve denaro. Pertanto, se consegnate un valore di $ 500 di merce a un cliente e invierete a tale cliente una fattura, non registrerete le entrate finché il cliente non avrà pagato la fattura. Nella contabilità per competenza, si registrano le entrate quando si guadagna, indipendentemente da quando il cliente paga. Quindi nell'esempio precedente registreresti $ 500 di entrate nel momento in cui hai consegnato la merce.

Spese

Proprio come la contabilità per competenza richiede di registrare le entrate quando vengono guadagnate, non necessariamente ricevute, ma richiede anche di registrare le spese quando sono sostenute, non necessariamente quando sono pagate. E le spese direttamente correlate alla generazione di entrate sono considerate "sostenute" quando tali ricavi sono generati. Questa è l'idea fondamentale del principio di corrispondenza.

Il principio di corrispondenza

Secondo il principio di corrispondenza, nel momento in cui la tua attività riporta ricavi, deve anche riportare le spese direttamente coinvolte nella produzione di tali entrate. Un semplice esempio è un negozio che compra la merce da un grossista e la vende al pubblico. Supponete di possedere un negozio di alimentari e comprate una scatola di cracker da un grossista a $ 1. Finché quella casella si trova nell'inventario, non si registra $ 1 come spesa. Ad un certo punto, però, vendi la scatola di cracker per $ 1, 50. Ora lei riporta sia il $ 1, 50 di entrate e $ 1 di spesa, con un profitto lordo di 50 centesimi. La spesa è quindi abbinata alle entrate.

Deprezzamento e ammortamento

Le regole contabili per l'ammortamento e l'ammortamento derivano dal principio di congruenza. Quando la tua attività acquista un bene longevo, come un edificio o un pezzo di equipaggiamento, quel bene ti aiuterà a generare entrate per gli anni a venire. Per abbinare la spesa di acquisizione del bene con i ricavi che genera, si consuma gradualmente il costo del bene durante la sua vita utile. Quando si ha a che fare con un bene fisico, questo processo è chiamato deprezzamento; quando è un bene immateriale come un brevetto, si chiama ammortamento. L'ammortamento viene spesso descritto come "l'effetto dell'usura" sul valore di un bene. Potrebbe essere utile pensarlo in questo modo, ma in realtà il deprezzamento riguarda strettamente l'allocazione dei costi, non la valutazione delle attività.

Raccomandato

In che modo Microsoft Paint gestisce una scansione di un documento di testo?
2019
Piano di miglioramento post-vendita
2019
In che modo le acquisizioni influiscono sul conto economico?
2019