Politiche HR sui codici di abbigliamento

Le politiche relative ai codici di abbigliamento possono variare da estremamente rigide a piuttosto scadenti in base alle esigenze dell'azienda. In genere, un dipartimento delle risorse umane è responsabile della stesura e del rispetto del codice di abbigliamento aziendale. A parte le organizzazioni che assistono i dipendenti con la presentazione di reclami, c'è poca regolamentazione che regola i codici di abbigliamento aziendali. C'è molto da considerare quando si stabilisce una politica che sia equa e pratica incorporando le misure di sicurezza.

Diritti dei datori di lavoro

Come datore di lavoro, spetta a te stabilire una politica di dress code adatta alle tue esigenze aziendali. Hai il diritto di applicare la tua politica come ritieni opportuno, che potrebbe includere l'uso di avvertimenti verbali e scritti, la sospensione o la cessazione del rapporto di lavoro. Una tipica politica di dress code include elenchi di abbigliamento consentito e vietato e informazioni su come viene applicata la politica e le conseguenze affrontate da chi non rispetta.

Diritti dei dipendenti

Indipendentemente dal tipo di politica sui codici di abbigliamento che implementate, è necessario trattare tutti i dipendenti all'interno di determinate categorie di lavoro in modo uguale, aderendo alle leggi anti-discriminazione applicate dalla Commissione per le pari opportunità di lavoro degli Stati Uniti. La politica non deve trattare i dipendenti in modo meno favorevole a causa della loro razza, colore, religione, sesso, origine nazionale, età, disabilità o informazioni genetiche. Ad esempio, un codice di abbigliamento può proibire certi tipi di abiti etnici, come un abbigliamento casual indiano, solo se la politica vieta tutti gli abiti casual, come i jeans, su tutta la linea. Se il codice di abbigliamento di un'azienda è in conflitto con le pratiche religiose di un dipendente, tale dipendente può richiedere un alloggio. A meno che il datore di lavoro non dimostri che la modifica del codice di abbigliamento per soddisfare la richiesta di tale dipendente comporterebbe un'indebita difficoltà, il datore di lavoro deve modificare il codice di abbigliamento. Lo stesso vale per le richieste di sistemazioni basate sulla disabilità.

Praticità

Installa e applica un codice di abbigliamento pratico per la tua attività. Prendi in considerazione tutti i fattori durante la stesura della tua politica, ad esempio se i dipendenti sono esposti a elementi come pioggia e freddo e se sono visibili al pubblico o rimangono dietro le quinte. Piercings, tatuaggi e pettinature, anche se socialmente accettabili, possono essere presi in modo offensivo da alcuni. Potrebbe esserci una linea estremamente sottile tra molestie sessuali ed espressioni artistiche. Sei nei tuoi diritti come datore di lavoro di richiedere la rimozione di piercing, di tatuaggi da mascherare e di espressioni stilistiche da domare. Ti consigliamo di applicare un codice di abbigliamento che rispecchi il tuo settore. Alcune aziende istituiscono un codice di abbigliamento uniforme che mostra chiaramente il logo della società e i nomi dei dipendenti. Altre società, come le banche, possono optare per un codice di abbigliamento aziendale potenziato con un'etichetta del nome.

Sicurezza

Un codice di abbigliamento dovrebbe sempre includere considerazioni di sicurezza, ad esempio se i dipendenti sono tenuti a indossare dispositivi di sicurezza, come occhiali, stivali e caschi in acciaio. Elenca chiaramente tutti i regolamenti e fai sapere ai dipendenti se sono responsabili della fornitura delle proprie forniture di sicurezza o se la società li emette. Indirizza i peli del viso e del corpo nella tua politica, in particolare per settori come il cibo. Indirizzamento rasatura, retine per capelli e altri mezzi per tirare indietro i capelli.

Raccomandato

I vantaggi dell'utilizzo di un conto bancario separato per il libro paga
2019
Come trasferire dati tra computer utilizzando un cavo
2019
Come trovare gli IP che si collegano al tuo account Facebook
2019