Come le metriche HR fanno una differenza positiva per un'azienda

Le metriche sono spesso associate principalmente a misure finanziarie, ma oltre l'85% di tutte le organizzazioni tiene traccia dei dati delle risorse umane e li utilizza per misurare le prestazioni e la redditività dell'organizzazione, secondo un sondaggio sulla metrica Birkman del 2007 -'08. Mentre la maggior parte delle aziende raccoglie dati sull'efficienza dei propri sforzi in termini di risorse umane, la tua azienda può cogliere un vantaggio competitivo rispetto ai suoi concorrenti collegando queste metriche agli impatti aziendali.

Metriche HR popolari

Il sondaggio Birkman rileva che le metriche HR comuni comprendono il tasso di turnover, i costi per noleggio, le misure di produttività e il ROI del capitale umano. Molti dei parametri più comuni utilizzati nelle risorse umane sono tentativi di quantificare quanto ogni dipendente costa, quanto una società spende per reclutare e formare nuovi dipendenti e quanto tempo ci vuole per riempire le posizioni aperte. Le valutazioni delle prestazioni generalmente non rientrano nella categoria delle metriche. Invece, la maggior parte dei proprietari sta cercando metriche HR per ragioni di gestione delle prestazioni, in modo che possano seguire meglio i progressi verso gli obiettivi prefissati e quindi sfruttare gli sforzi in un processo aziendale in corso.

Posto al tavolo

Le metriche HR possono dare ai problemi di capitale umano un maggiore impatto nel processo decisionale mettendo le informazioni nella lingua che la direzione comprende: valutazioni di base. Ciò ha un impatto positivo sulla tua attività assicurando che le tue risorse di capitale umano siano utilizzate in modo efficace e che il valore dei tuoi lavoratori sia reso chiaro. Ad esempio, il turnover potrebbe non infastidirti come proprietario di un'azienda, ma probabilmente il costo di riempire quei posti vacanti e di addestrare sostituzioni capaci. La maggior parte delle metriche relative alle risorse umane tende a focalizzarsi sull'efficienza, ma un numero inferiore di aziende può vincolarle agli impatti aziendali. Se è possibile collegare le metriche delle risorse umane a indicatori di prestazioni chiave e quantificare ciò che tali risultati indicano sulle operazioni e il valore della propria attività, si ha un vantaggio competitivo rispetto ai propri concorrenti.

Gestione dei talenti

Un altro modo in cui le metriche delle risorse umane aiutano a raggiungere il risultato finale sono i risultati migliori, consentendo loro di massimizzare il loro potenziale e di governarli per posizioni di leadership. Lo studio delle metriche HR nel tempo aiuta a prevedere chi è probabile che sia un leader capace. Analizzando quali posizioni della tua organizzazione fungono da trampolino di lancio per la gestione, puoi assicurarti di indirizzare i top performer verso quelle posizioni. Questa analisi della gestione dei talenti può anche dire quanto bene stai facendo al momento, misurando il turnover dei dipendenti in ruoli chiave. Se le metriche HR mostrano che stai avendo difficoltà a trattenere i tuoi dipendenti più preziosi, è un segno che devi rivalutare come stai trattando questi lavoratori critici.

Efficienza

Uno degli obiettivi principali delle metriche HR è valutare se la propria azienda opera nel modo più efficiente ed efficace possibile. Molte aziende raccolgono dati sull'efficienza, ma non molti fanno un ottimo lavoro nel misurare la produttività. Questa è un'altra area in cui avrai un vantaggio competitivo sui tuoi avversari se puoi trasformare questo in una forza operativa. Il profitto per dipendente a tempo pieno e il ritorno sull'investimento in capitale umano sono due numeri che indicano quanto è efficiente la tua azienda e possono essere molto convincenti nell'affermare un caso di business delle risorse umane.

Raccomandato

Come diventare legati per un business
2019
Arbor Day Marketing Ideas
2019
Come ammortizzare un brevetto
2019