Come creare un marchio senza scopo di lucro

Il branding organizzativo è altrettanto importante per un'organizzazione no profit quanto per l'organizzazione for-profit. Un marchio comprende le caratteristiche funzionali ed emotive che un cliente o un cliente attribuiscono al tuo prodotto o servizio. È simile a una personalità di un'organizzazione in quanto comprende le immagini, le opinioni e le percezioni che vengono in mente sull'organizzazione in base all'esperienza personale o alla sua reputazione nel mercato.

1.

Scopri cosa pensa attualmente il tuo mercato di destinazione della tua organizzazione. Il primo passo nella gestione del marchio è l'identificazione del marchio attuale della tua azienda. Valuta il tuo patrimonio di marca attuale prima del tuo mercato target utilizzando strumenti di valutazione qualitativa come sondaggi e focus group per scoprire le caratteristiche funzionali ed emotive associate alla tua organizzazione non profit. Se l'organizzazione non ha gestito attivamente il proprio marchio, questa potrebbe non essere l'immagine che intende proiettare.

2.

Distingue la tua organizzazione dai concorrenti più vicini. La differenziazione è un concetto importante quando si sviluppa un marchio. La differenziazione di un marchio di servizio può essere più difficile rispetto alla differenziazione di un marchio di un prodotto perché un prodotto ha una confezione chiara e immagini di prodotto. Le organizzazioni for-profit, come Wal-Mart, sono in grado di identificare rapidamente i fattori di differenziazione del marchio. Per Wal-Mart, la differenziazione del marchio è il suo valore di costo. Le organizzazioni di servizi coinvolgono principalmente le azioni degli esseri umani. In quanto tale, le qualità di differenziazione si concentreranno sull'esperienza del cliente a contatto con l'organizzazione.

3.

Sviluppa una dichiarazione di proposizione di marca. Questa è una descrizione dei vantaggi intrinseci ed estrinseci che l'organizzazione non profit offre al suo pubblico di destinazione. Nelle sue linee guida del marchio accademico, Purdue University descrive la proposta di marchio come "la cosa più stimolante e convincente che possiamo trasmettere del marchio al nostro pubblico di destinazione". Questa è una breve dichiarazione che si allinea strettamente alla dichiarazione di intenti di un'organizzazione. La dichiarazione di marca di Purdue University recita: "Catalyst to Transform Lives." Una dichiarazione di marca di una società senza scopo di lucro potrebbe identificare la portata del suo mercato di riferimento, come "offrire opzioni abitative e sperare nelle famiglie di Los Angeles".

4.

Creare un'identità di marca. Esamina le parole, le immagini e le idee che comunicano ciò che l'organizzazione non profit rappresenta prima del suo pubblico di destinazione e in relazione alla sua concorrenza. Questo include il suo nome e marchi, così come i simboli e i disegni associati all'organizzazione. Ad esempio, valuta il logo dell'azienda per assicurarti che comunichi chiaramente la proposta del marchio. In caso contrario, riprogettarlo per allinearlo all'identità del marchio dell'azienda. Se il cliente target è un mercato giovanile, l'identificazione del marchio dell'azienda dovrebbe, in parte, riflettere questo orientamento.

5.

Posiziona il tuo marchio prima del tuo mercato di riferimento. Ciò richiederà lo sviluppo o la revisione di qualsiasi piano di marketing esistente dell'organizzazione. Fattore in ulteriori strategie di marketing e pubblicità che comunicano il marchio della non profit al suo mercato di riferimento.

Raccomandato

Come creare un modello di stanza virtuale
2019
Come rendere il desktop la schermata iniziale predefinita su Windows 8
2019
Quali sono le modifiche materiali avverse sul posto di lavoro?
2019